Lezioni di cioccolato

Un tetto in una giornata di sole. Un comignolo con una corda legata. L’altro capo è fissato alla cinta di un manovale egiziano, Kamal (Hassani Shapi), che cammina incerto sulle tegole traballanti. Di sotto, nel prato davanti al cantiere, dieci palline da golf in fila. Mattia (Luca Argentero), il titolare della piccola impresa edile, si allena per agganciare nuovi clienti al golf club. Bello, simpatico e un po’ cialtrone Mattia colleziona donne, auto e vestiti firmati e manifesta una spiccata allergia ad ogni tipo di responsabilità. Tranne che al lavoro dove il suo motto è, con buona pace del suo fedele amico e sottoposto Osvaldo (Vito Bicocchi), “qualità al minor costo”. Ma minor costo significa lavoro nero e poca attenzione alla sicurezza e puntuale arriva la tragedia: la corda si spezza e Kamal cade dal tetto.
Alcuni giorni dopo. Un Kamal con entrambe le braccia ingessate riceve Mattia nella sua umile casa. Questi, divorato dall’ansia, vuole sapere cos’abbia detto il suo manovale a proposito dell’incidente. Con il suo irresistibile italiano di fortuna Kamal racconta a Mattia del suo passato di pasticcere in Egitto e del suo sogno di fare dolci in Italia. Poco prima dell’incidente è stato selezionato per un corso in una scuola del Cioccolato. Poi detta le terribili condizioni per il suo silenzio: ora che ha le braccia rotte Mattia dovrà assumere la sua identità e frequentare il corso al posto suo. E con il massimo profitto, altrimenti lo denuncerà.
Mattia, indossati gli umili panni di Kamal, si presenta al corso convinto che se la sbrigherà con poca fatica. Per il corso, organizzato da una grande azienda dolciaria, sono stati scelti 6 gourmet dilettanti ma già esperti che, guidati da un Maestro d’Arte Cioccolatiera (Neri Marcoré), impareranno a inventare cioccolatini. Il migliore vincerà un finanziamento per aprire una cioccolateria. A darsi battaglia, a colpi di gag e cioccolato, il siciliano trendy-choc Corrado (Josefia Forli), il burbero veneto Milo (Matteo Oleotto), la zitella d’assalto Letizia (Monica Scattini), il vulcanico Luigi (Francesco Pannofino).
Per l’inesperto Mattia, che non fa che combinare un disastro dietro l’altro, è l’inizio di un incubo. Come se non bastasse dover indossare i panni di un immigrato musulmano, per mettersi in pari con gli altri deve lavorare il doppio: imparare di giorno e ripassare di sera con la più brava del corso, l’affascinante Cecilia (Violante Placido). Senza contare Kamal, che ogni sera pretende da Mattia un resoconto completo su tutto ciò che ha imparato, Ugolini (Ivano Marescotti), il suo più importante cliente, che lo insegue per i preventivi di piastrelle e sanitari. Mattia è talmente esausto che quasi non si accorge che qualcosa dentro di lui ha cominciato a cambiare. L’iniziale repulsione per il cioccolato, per il corso, per la stessa Cecilia stanno cedendo il passo ad un certo coinvolgimento. E a ciò non è estraneo il rapporto sempre più stretto che va instaurando con Kamal, con cui ha stabilito un rapporto - tra equivoci e gag d’ogni sorta - da autentica “strana coppia”.
Ora tutto gira nel migliore dei modi. Mattia e Cecilia vivono con grande trasporto una travolgente storia d’amore e, con un incredibile colpo di fortuna, una colluttazione tra Mattia e Kamal genera un favoloso cioccolatino italo/arabo da primo premio. Ma il destino è in agguato per rovinare il fragile equilibrio su cui poggia il gioco di Mattia. Smascherato, Mattia viene espulso dal corso e ripudiato senza appello da Cecilia. Quando tutto sembra perduto, tuttavia, Mattia vede venire in suo soccorso la persona che meno si sarebbe aspettato. Kamal. E’ lui che scende in campo in prima persona e che, raccontando pubblicamente la sua storia, dà a Mattia la possibilità di riabilitarsi in un imprevedibile finale…

soggetto:
Fabio Bonifacci
Christian Poli (Collaborazione)

sceneggiatura:
Fabio Bonifacci
Christian Poli (Collaborazione)

musiche: Teho Teardo

montaggio:
Danilo Torre

costumi:
Sonu Mishra

scenografia:
Alessandro Vannucci

fotografia:
Giovanni Cavallini

suono:
Giuseppe D'Amato

aiuto regista:
Milena Cocozza

produttore:
Riccardo Tozzi
Marco Chimenz
Giovanni Stabilini
Matteo De Laurentiis

Video